IWA Italy - International Web Association Italia

Art. 1. Denominazione

E’ stata costituita in data 23 giugno 2000 nel rispetto dell’art. 14 e seguenti del codice civile l’associazione IWA Italy – International Webmasters Association Italia. Il 14 febbraio 2015, a seguito di riorganizzazione internazionale e deliberazione dell’Assemblea dei Soci, la dicitura “Webmasters” è stata sostituita dalla dicitura “Web”. Pertanto da tale data l’associazione si identifica come “IWA Italy – International Web Association Italia” (abbreviato come IWA Italy).

Art. 2. Sede e durata

L’associazione ha sede legale in Venezia, Via C. Colombo 1/e, non ha scopo di lucro, la sua durata è illimitata. L’associazione potrà altresì attivare sedi periferiche, unità operative e/o di progetto nel territorio nazionale e/o rappresentanze in ambito internazionale aventi le medesime finalità associative, anche in collaborazione e/o presso sedi di altre realtà, nell’ottica della collaborazione alla diffusione della qualità del Web. Gli eventuali utili non possono essere ripartiti anche indirettamente e devono essere interamente reinvestiti nell’associazione per il perseguimento esclusivo dell’attività sociale. L’associazione potrà altresì svolgere tutte le attività connesse al proprio scopo istituzionale, nonché tutte le attività accessorie. Il trasferimento della sede sociale non comporta modifica statutaria.

Art. 3. Scopi dell’associazione

Le attività dell’associazione e le sue finalità sono ispirate a principi di pari opportunità tra uomini e donne e rispettose dei diritti inviolabili della persona. Gli scopi dell’associazione sono:

  • rappresentare, in forma non esclusiva, le professioni che operano nel Web non organizzate in ordini o collegi (di seguito “professioni Web”) ovvero che svolgono attività economica, anche organizzata, volta alla prestazione di servizi o di opere a favore di terzi, esercitata abitualmente e prevalentemente mediante lavoro intellettuale, o comunque con il concorso di questo, con esclusione delle attività riservate per legge a soggetti iscritti in albi o elenchi ai sensi dell’articolo 2229 del codice civile, e delle attività e dei mestieri artigianali, commerciali e di pubblico esercizio disciplinati da specifiche normative;
  • la promozione della conoscenza generica e/o specifica di tutto quanto possa attenere allo sviluppo e l’uso delle reti informatiche e telematiche, con particolare riferimento alla formazione culturale e professionale dei professionisti ed operatori del Web e di Internet;
  • la definizione di profili professionali generici per il settore ICT e specifici per il Web, anche con collaborazione e coinvolgimento di realtà pubbliche e/o private, nazionali e/o internazionali, operanti nel settore;
  • la formazione, sia direttamente sia tramite realtà accreditate, degli associati per la garanzia del requisito della formazione continua prevista per le professioni non regolamentate;
  • la certificazione, sia direttamente sia tramite realtà accreditate, degli stessi profili secondo quanto disposto dalla “IWA – International Web Association”;
  • rappresentare ai tavoli istituzionali gli operatori del settore, partecipando alla definizione di attività normative ed organizzative con il coinvolgimento di realtà pubbliche e private, nazionali e/o internazionali, operanti nel settore;
  • rappresentare gli sviluppatori esperti in materia di accessibilità ai sensi della legge 4/2004 e successive modifiche;
  • rappresentare gli editori ed autori dei siti Web ai sensi della Legge 106/2004 e successive modifiche.
  • favorire lo sviluppo di reti e relazioni personali e professionali tra soci basati su etica, collaborazione, rispetto, uguaglianze e diritti di accesso, valori in capo all’associazione IWA Italy.

Nello scopo sociale sono compresi lo sviluppo di software e hardware ad hoc, sia in ambito locale che geografico, ivi compreso la promozione d’attività culturali in Italia e all’estero favorendo lo sviluppo tra i Soci e tra cittadini in genere di iniziative destinate alla conoscenza da parte loro di tali problematiche, nonché alla crescita culturale e sociale tramite l’utilizzo di tutti i mezzi d’informazione possibili. L’associazione fa propri gli scopi previsti da “IWA – International Web Association”, dell’HTML Writers Guild (HWG) supportando inoltre le finalità di divulgazione delle specifiche tecniche definite dal World Wide Web Consortium (W3C), delle norme tecniche dell’International Organization for Standardization (ISO), dell’European Committee for Standardization (CEN), dell’Ente nazionale italiano di unificazione (UNI), dell’Agenda Digitale Europea e Italiana ed in generale dalle organizzazioni nazionali ed internazionali che si occupano di definizione degli standard per il Web e le professioni del settore IT. Per raggiungere detto scopo l’Associazione potrà:

  1. istituire e/o gestire corsi di studio a tutti i livelli organizzando servizi per aziende, enti pubblici, università e scuole di ogni ordine e grado nonché corsi scolastici e prescolastici, seminari per docenti studenti lavoratori ecc. comprese attività di orientamento e formazione professionale, finanziate con risorse pubbliche e/o private;
  2. fornire consulenza tecnica e scientifico – culturale su programmi operativi di gestione dell’oggetto sociale, sia a livello locale che nazionale e sovranazionale, per conto e/o su incarico di qualunque soggetto giuridico pubblico e/o privato;
  3. svolgere corsi d’aggiornamento culturale e professionale;
  4. organizzare gruppi di lavoro a livello scientifico su problemi etici, economici religiosi, educativi e culturali in genere;
  5. predisporre centri di documentazione a servizio dei Soci;
  6. provvedere all’acquisto e alla distribuzione e pubblicazione di pubblicazioni, edizioni fonografiche, audiovisivi materiale vario d’interesse culturale a beneficio dei Soci e di tutti gli interessati;
  7. orientare i Soci nel campo della editoria e in merito a pubblicazioni di loro interesse;
  8. svolgere manifestazioni, convegni, dibattiti, mostre d’arte, seminari e ricerche d’ogni tipo per il raggiungimento e la diffusione dei propri obiettivi culturali;
  9. stipulare convenzioni con enti pubblici e privati, università, enti locali nonché altre associazioni per le attività sociali nonché per la gestione dei corsi e seminari e la fornitura di servizi nell’ambito dei propri scopi istituzionali;
  10. favorire la nascita d’enti e gruppi che si propongono scopi analoghi al proprio anche per singoli settori di intervento, favorendo la loro attività collaborando con essi tramite gli opportuni collegamenti;
  11. promuovere e curare direttamente e/o indirettamente la redazione e l’edizione di libri e testi d’ogni genere nonché di pubblicazioni periodiche pubblicare inoltre notiziari, indagini ricerche, studi di bibliografie;
  12. partecipare in modo autonomo, assieme a realtà pubbliche e/o private ad attività di progetti nazionali e/o internazionali inerenti il settore del Web e delle professionalità Web;
  13. promuovere e curare direttamente e/o indirettamente la redazione di siti Web ed altra presenza su web che abbiano lo scopo di perseguire gli obiettivi statutari e/o promuovere l’associazione.

L’associazione difende il prestigio e gli interessi – anche collettivi – dei propri Soci, svolge attività finalizzata all’incremento ed al mantenimento dei rapporti e della collaborazione interdisciplinare tra tutte le figure professionali facenti in qualunque modo capo all’associazione stessa, collaborando e coordinando l’attività dei propri soci con qualsiasi mezzo lecito. Per il raggiungimento di dette finalità l’Associazione potrà poi collaborare o aderire a qualsiasi ente pubblico o privato, locale, nazionale o internazionale nonché collaborare con organismi movimenti o associazioni coi quali riterrà utile avere collegamenti. L’Associazione potrà inoltre ricevere contributi o sovvenzioni di qualsiasi natura da enti locali quali – a mero titolo di esempio: Comune Provincia o Regione – nonché da enti e realtà nazionali ed internazionali offrendo la propria assistenza e consulenza in ognuno dei campi in cui svolge la propria attività.

Art. 4. I soci

Sono ammessi a far parte dell’Associazione tutti i soggetti che accettano gli articoli dello Statuto e del regolamento interno, che condividano gli scopi dell’associazione e si impegnino a dedicare una parte del loro tempo per il loro raggiungimento. L’organo competente a deliberare sulle domande di ammissione degli aspiranti soci è il Consiglio Direttivo. L’ammissione all’Associazione è deliberata dal Comitato Direttivo su domanda scritta del richiedente nella quale dovrà specificare le proprie complete generalità. In base alle disposizioni del Dlgs 196/2003 tutti i dati personali raccolti saranno soggetti alla riservatezza ed impiegati per le sole finalità dell’Associazione previo assenso scritto del socio. Il diniego va motivato. All’atto dell’ammissione il socio si impegna al versamento della quota di autofinanziamento annuale nella misura fissata dal Consiglio Direttivo ed approvata in sede di bilancio dall’Assemblea ordinaria, al rispetto dello Statuto e dei regolamenti emanati. Non è ammessa la figura del socio temporaneo. La quota associativa è intrasmissibile. Ci sono quattro categorie di soci:

  • Soci fondatori: coloro che sono intervenuti alla costituzione dell’associazione, hanno diritto di voto, sono eleggibili alle cariche sociali, la loro qualità di soci ha carattere di perpetuità, non è soggetta ad iscrizione annuale, ma solo al pagamento della quota sociale.
  • Soci effettivi (soci ordinari): coloro che hanno chiesto e ottenuto la qualifica di socio al Consiglio Direttivo. Hanno diritto di voto e sono eleggibili alle cariche sociali. La loro qualità di soci effettivi è subordinata all’iscrizione e al pagamento della quota sociale.
  • Soci non attivi: coloro che risultano essere presenti nell’archivio ma non in regola con i requisiti associativi, ovvero che non hanno effettuato il pagamento della quota associativa e che non hanno espressamente richiesto la rimozione dall’archivio soci. Tali soci non hanno diritto di voto, rappresentanza e qualsiasi beneficio spettante ai soci ordinari ma possono applicare quanto previsto dal codice di condotta per un miglior rapporto con la propria utenza.
  • Soci sostenitori: coloro che riconoscono i principi di IWA Italy e intendono supportarli tramite convenzioni, donazioni o altre agevolazioni. Tali soggetti possono essere diversi dalle persone fisiche, in quanto non aventi diritto di voto e/o rappresentanza dell’associazione.

Il numero dei soci effettivi, non attivi e sostenitori è illimitato. I soci sono tenuti al pagamento della quota sociale entro 10 giorni dall’iscrizione nel libro soci. L’ammontare della quota annuale è stabilito dall’assemblea in sede di approvazione del bilancio. I soci che non avranno presentato per iscritto le loro dimissioni entro il 31 dicembre di ogni anno saranno considerati soci anche per l’anno successivo, previo versamento della quota annuale di associazione. La qualità di socio si perde per decesso, dimissioni e per morosità o indegnità; la morosità e la indegnità sono sancite dall’assemblea dei soci. Le attività svolte dai soci a favore dell’associazione e per il raggiungimento dei fini sociali sono svolte prevalentemente a titolo di volontariato e totalmente gratuite. L’associazione può in caso di particolare necessità, assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo, anche ricorrendo ai propri associati.

Art. 5. Diritti dei soci

I soci aderenti all’associazione hanno diritto di eleggere gli organi sociali e di essere eletti negli stessi. Tutti i soci hanno i diritti di informazione e di controllo stabiliti dalle leggi e dal presente Statuto: il socio volontario non potrà in alcun modo essere retribuito, ma avrà diritto al solo rimborso delle spese effettivamente sostenute per l’attività prestata, ove autorizzata dall’amministrazione. L’associazione si avvale in modo prevalente di attività prestata in forma volontaria e gratuita dei propri associati. Tutti i soci hanno diritto di accesso ai documenti, delibere, bilanci, rendiconti e registri dell’associazione. Tutti i soci maggiorenni hanno diritto di voto.

Art. 6. Doveri dei soci

Gli aderenti svolgeranno la propria attività nell’associazione in modo personale, volontario e gratuito senza fini di lucro, in ragione delle esigenze e disponibilità personali dichiarate. Il socio ha il dovere di sottoscrivere il codice etico e di condotta. Il comportamento del socio verso gli altri aderenti ed all’esterno dell’associazione deve essere animato da spirito di solidarietà ed attuato con correttezza, buona fede, onestà, probità e rigore morale, nel rispetto del presente Statuto, dei regolamenti e delle linee programmatiche emanate.

Art. 7. Recesso/esclusione del socio

Il socio può recedere dall’associazione non provvedendo al rinnovo della quota di iscrizione annuale o, anticipatamente, mediante comunicazione scritta da inviare al Consiglio Direttivo. Il recesso ha effetto dalla data di chiusura dell’esercizio sociale nel corso del quale è stato esercitato o alla scadenza dell’annualità già corrisposta. Il socio può essere escluso dall’associazione in caso di inadempienza dei doveri previsti dall’art. 6 o per altri gravi motivi che abbiano arrecato danno morale e/o materiale all’associazione stessa. L’esclusione del socio è deliberata dal Consiglio Direttivo. Deve essere comunicata a mezzo lettera al medesimo, assieme alle motivazioni che hanno dato luogo all’esclusione e ratificata dall’assemblea soci nella prima riunione utile. Soci receduti e/o esclusi che abbiano cessato di appartenere all’associazione, non possono richiedere la restituzione dei contributi versati, né hanno diritto alcuno sul patrimonio dell’associazione.

Art. 8. Trasparenza e codice di condotta

L’Associazione IWA Italy garantisce la trasparenza delle attività e degli assetti associativi, la dialettica democratica tra gli associati, l’osservanza dei princìpi deontologici, nonché una struttura organizzativa e tecnico scientifica adeguata all’effettivo raggiungimento delle finalità dell’associazione contenute all’art. 3. L’Associazione IWA Italy pertanto si dota di un codice di condotta ai sensi dell’articolo 27-bis del codice del consumo, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206. Il codice di condotta è pubblicato sotto licenza Creative Commons – Attribuzione (CC-BY) ed è pertanto utilizzabile anche da professionisti esterni all’Associazione IWA Italy in caso di autoregolamentazione volontaria, prevista ai sensi di legge.

Art. 9. Garanzia e tutela del consumatore

L’Associazione IWA Italy intende garantire la qualità della professionalità dei propri associati. Per garantire e tutelare l’utente, IWA Italy istituisce lo sportello di riferimento per il cittadino-consumatore, in forma telematica, presso il quale i committenti delle prestazioni professionali possano rivolgersi in caso di contenzioso con i singoli professionisti, ai sensi dell’articolo 27-ter del codice del consumo, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, nonché ottenere informazioni relative all’attività professionale in generale e agli standard qualitativi da esse richiesti agli iscritti.

Art 10. Qualifica di socio e uso dei loghi associativi

Il socio all’Associazione IWA Italy, sia esso socio fondatore che socio effettivo ai sensi dell’art. 4 dello Statuto (di seguito definiti “socio ordinario”), è la persona fisica che:

  1. condivide e applica lo Statuto dell’Associazione;
  2. condivide e applica i regolamenti;
  3. condivide e applica il Codice di condotta;
  4. è in regola con il pagamento della quota associativa.

Il socio ordinario e il socio fondatore ha diritto all’uso del logo “IWA Member” nonché alla possibilità di accedere ai percorsi di aggiornamento formativo e di certificazione professionale.

Art. 11. Attestazione professionale

L’Associazione IWA Italy può rilasciare ai propri iscritti, previe le necessarie verifiche, sotto la responsabilità del proprio rappresentante legale, un’attestazione relativa:

  1. alla regolare iscrizione del professionista Web all’Associazione;
  2. ai requisiti necessari alla partecipazione all’Associazione stessa;
  3. agli standard qualitativi e di qualificazione professionale che gli iscritti sono tenuti a rispettare nell’esercizio dell’attività professionale ai fini del mantenimento dell’iscrizione all’Associazione;
  4. alle garanzie fornite dall’Associazione all’utente;
  5. all’eventuale possesso della polizza assicurativa per la responsabilità professionale stipulata dal professionista;
  6. all’eventuale possesso da parte del professionista iscritto di una certificazione, rilasciata da un organismo accreditato, relativa alla conformità alla norma tecnica UNI – ove emanata per la specifica professionalità.

L’attestazione professionale ha validità pari al periodo per il quale il professionista risulta iscritto come socio ordinario all’associazione IWA Italy ed è rinnovata ad ogni rinnovo dell’iscrizione stessa per un corrispondente periodo. La scadenza dell’attestazione è specificata nell’attestazione stessa. Il professionista iscritto all’Associazione IWA Italy che utilizza l’attestazione ha l’obbligo di informare l’utenza del proprio numero di iscrizione all’associazione.

Art. 12. Segreteria tecnico-scientifica e gruppi di lavoro

L’associazione IWA Italy si dota di una segreteria tecnico-scientifica (di seguito STS) dedicata alla formazione permanente degli associati. Gli obiettivi della STS sono i seguenti:

  1. Identificare attività formative svolte da terzi per l’aggiornamento professionale degli associati nelle materie di cui IWA Italy è rappresentante;
  2. Definire progetti formativi (“syllabus”) da pubblicare nel sito Web dell’associazione al fine di fornire dei riferimenti per la definizione di percorsi formativi;
  3. Organizzare attività seminariali, on line e/o off-line, anche in collaborazione con altre associazioni, utili alla la formazione professionale degli associati.

La STS è coordinata da un rappresentante nominato dal Consiglio Direttivo ed è costituita da un numero dispari di soci non superiore a nove, con nomina e rimozione da parte del Consiglio Direttivo previa valutazione dei curricola professionali. La STS si riunisce per via telematica, delibera a maggioranza semplice e – tramite il coordinatore – relaziona mensilmente al Consiglio Direttivo. Alle attività della STS possono partecipare, senza diritto di voto, esperti esterni invitati dall’associazione per specifiche tematiche. Oltre alla segreteria tecnico-scientifica possono essere altresì costituiti ulteriori gruppi di lavoro, anche temporanei, per necessità operative dell’associazione.

Art. 13. Gli organi sociali

Gli organi dell’associazione sono:

  • L’Assemblea dei Soci;
  • Il Consiglio Direttivo;
  • Il Presidente.

Tutte le cariche sociali sono assunte e assolte a totale titolo gratuito.

Art. 14. L’Assemblea dei Soci

L’assemblea è organo sovrano dell’associazione. L’Assemblea dei Soci è costituita dai soci fondatori e effettivi, è convocata almeno una volta all’anno dal Presidente dell’associazione o da chi ne fa le veci, mediante:

  1. Avviso scritto da inviare con lettera semplice e/o comunicazione elettronica equivalente agli associati, almeno 10 giorni prima di quello fissato per l’adunanza;
  2. Avviso affisso nei locali della Sede almeno 20 giorni prima.
  3. Avviso pubblicato sul sito internet dell’associazione almeno 10 giorni prima.

L’Assemblea dei Soci è convocata dal Presidente almeno una volta all’anno ed è presieduta dal Presidente stesso o da un suo delegato nominato tra i membri del Consiglio Direttivo. Deve inoltre essere convocata:

  1. quando il Direttivo lo ritenga necessario;
  2. quando la richiede almeno un decimo dei soci.

L’assemblea è organo sovrano dell’associazione. Gli avvisi di convocazione devono contenere l’ordine del giorno dei lavori e la sede ove si tiene la riunione. L’assemblea può essere ordinaria e straordinaria. E’ straordinaria l’assemblea convocata per la modifica dello Statuto o deliberare il trasferimento della sede legale o lo scioglimento dell’associazione. E’ ordinaria in tutti gli altri casi. L’assemblea ordinaria è valida in prima convocazione se è presente la maggioranza degli iscritti aventi diritto di voto; in seconda convocazione, da tenersi anche nello stesso giorno, qualunque sia il numero dei presenti. Le modalità di convocazione dell’assemblea straordinaria sono le medesime di quella ordinaria. Tutte le fasi dell’assemblea, a titolo di esempio non vincolante la convocazione, l’espletamento, la sede, la discussione e la votazione, possono essere svolte con l’ausilio di materiali, procedure ed ausili tecnologici e tramite internet ed il Web.

14.1. L’Assemblea Ordinaria

  1. elegge il Presidente;
  2. elegge il Consiglio Direttivo;
  3. propone iniziative indicandone modalità e supporti organizzativi;
  4. approva il bilancio consuntivo e preventivo annuale ed il rendiconto predisposti dal Direttivo ;
  5. fissa annualmente l’importo della quota sociale di adesione;
  6. ratifica le esclusioni dei soci deliberate dal Consiglio Direttivo;
  7. approva il programma annuale dell’associazione.

Le deliberazioni dell’assemblea ordinaria vengono prese a maggioranza dei presenti e rappresentati per delega; sono espresse con voto palese, tranne quelle su problemi riguardanti le persone e la qualità delle persone o quando l’assemblea lo ritenga opportuno. Ogni socio ha diritto di esprimere un solo voto e può presentare una sola delega in sostituzione di un socio non amministratore. Le discussioni e le deliberazioni dell’assemblea ordinaria e straordinaria sono riassunte in un verbale che viene redatto dal segretario o da un componente dell’assemblea appositamente nominato. Il verbale viene sottoscritto dal Presidente e dall’estensore è trascritto su apposito registro, conservato a cura del Presidente nella sede dell’associazione. Ogni socio ha diritto di consultare i verbali delle sedute e chiederne, a proprie spese, una copia.

14.2. L’Assemblea Straordinaria

  1. approva eventuali modifiche allo Statuto con la presenza di 2/3 dei soci e con decisione deliberata a maggioranza dei presenti;
  2. scioglie l’associazione e ne devolve il patrimonio col voto favorevole di 3/4 dei soci.

Hanno diritto di partecipare alle assemblee, di votare e di essere eletti, tutti i soci iscritti, purché in regola con il pagamento della quota.

Art. 15. Il Consiglio Direttivo

L’associazione è amministrata da un Consiglio Direttivo eletto dall’Assemblea dei Soci e composto da cinque membri. Il numero dei membri è aumentabile, tramite decisione del consiglio direttivo stesso, dell’assemblea ordinaria o straordinaria, fino ad un massimo di nove membri. Nel caso di dimissione di soci dal Consiglio Direttivo, lo stesso rimane valido sino alla presenza di almeno numero tre soci, compreso il Presidente. I componenti del Consiglio Direttivo restano in carica tre anni e sono rieleggibili. La convocazione del Consiglio Direttivo è decisa dal Presidente o richiesta e automaticamente convocata da almeno tre membri del Consiglio direttivo stesso. Le delibere devono avere il voto della maggioranza assoluta dei presenti, a parità di voti prevale il voto del Presidente. I membri del Consiglio Direttivo, ivi comprese tutte le cariche, che non partecipino, senza giustificata motivazione scritta, ad almeno 5 riunioni nel corso di un anno solare o ad almeno una riunione nel corso di 6 mesi, decadono automaticamente. Il Consiglio Direttivo:

  • compie tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione;
  • redige e presenta all’assemblea il rapporto annuale sulle attività dell’associazione;
  • propone all’assemblea la quota sociale di iscrizione annuale;
  • redige e presenta all’assemblea il bilancio consuntivo e quello preventivo ed il rendiconto economico;
  • ammette i nuovi soci;
  • esclude i soci salva successiva ratifica dell’assemblea ai sensi dell’art.7 del presente statuto.

Le riunioni del Consiglio Direttivo sono legalmente costituite quando è presente la maggioranza dei suoi componenti. Nell’ambito del Consiglio Direttivo sono previste almeno le seguenti figure: il Presidente (eletto direttamente dall’Assemblea dei Soci), uno o più Vice Presidenti, il Tesoriere (eletti nell’ambito del Consiglio Direttivo stesso). Il Consiglio Direttivo si riunisce, anche per via telematica o tramite procedure Web, una volta al mese e comunque obbligatoriamente 10 (dieci) volte nel corso di un anno solare. Nel caso ciò non accada, il Consiglio Direttivo decade automaticamente e si procede a nuove elezioni secondo le modalità previste nel presente statuto.

Art. 16. Il Presidente

Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’Associazione, presiede il Consiglio Direttivo e l’Assemblea. Rappresenta l’associazione di fronte alle autorità ed è il suo portavoce ufficiale. Convoca l’Assemblea dei Soci e il Consiglio Direttivo sia in caso di convocazioni ordinarie che straordinarie. Dispone dei fondi sociali con provvedimenti controfirmati dal tesoriere.

Art. 17. Patrimonio e mezzi finanziari

I mezzi finanziari per il funzionamento dell’associazione provengono:

  • dalle quote versate dai soci nella misura decisa annualmente dal consiglio direttivo e ratificata dall’Assemblea dei Soci;
  • dai contributi, donazioni, lasciti in denaro o in natura provenienti da persone e/o enti le cui finalità non siano in contrasto con gli scopi sociali.
  • da iniziative promozionali, anche digitali
  • iniziative o attività non in contrasto con gli scopi sociali.

Il Consiglio Direttivo potrà rifiutare qualsiasi donazione che sia tesa a condizionare in qualsivoglia modo l’associazione. I fondi dell’associazione non potranno essere investiti in forme che prevedano la corresponsione di un interesse. Ogni mezzo che non sia in contrasto con il Regolamento interno e con le leggi dello Stato Italiano potrà essere utilizzato per appoggiare e sostenere i finanziamenti all’associazione e arricchire il suo patrimonio.

Art. 18. Bilancio

I bilanci sono predisposti dal Consiglio Direttivo e approvati dall’Assemblea dei Soci. Il bilancio consuntivo è approvato dall’assemblea generale ordinaria con voto palese o con le maggioranze previste dallo Statuto. L’assemblea di approvazione del bilancio consuntivo deve tenersi entro la data del 30 aprile dell’anno successivo alla chiusura dell’esercizio sociale. Il bilancio consuntivo è depositato presso la sede dell’associazione, e nelle varie sezioni, almeno 20 giorni prima dell’assemblea e può essere consultato da ogni associato. Il bilancio preventivo è approvato dall’assemblea generale ordinaria con voto palese o con le maggioranze previste dallo Statuto. Il bilancio preventivo è depositato presso la sede dell’associazione, almeno 20 giorni prima dell’assemblea e può essere consultato da ogni associato. Gli utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale non verranno distribuiti, neppure indirettamente, durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o distribuzione non siano imposte dalla legge, e pertanto saranno portati a nuovo ed utilizzati dall’associazione per i fini perseguiti.

Art. 19. Modifiche statutarie

Questo statuto è modificabile con la presenza dei due terzi dei soci dell’associazione e con voto favorevole della maggioranza dei presenti. Ogni modifica o aggiunta non potrà essere in contrasto con gli scopi sociali, con la dottrina e il Regolamento interno e con la Legge italiana.

Art. 20. Scioglimento dell’associazione

Per deliberare lo scioglimento dell’associazione e la devoluzione del patrimonio occorre il voto favorevole di almeno i tre quarti degli associati convocati in assemblea straordinaria. L’assemblea che delibera lo scioglimento dell’associazione nomina uno o più liquidatori e delibera sulla destinazione del patrimonio che residua dalla liquidazione stessa. La devoluzione del patrimonio sarà effettuata con finalità di pubblica utilità a favore di associazioni di promozione sociale di finalità similari.

Art. 21. Norme transitorie e disposizioni finali

Per tutto ciò che non è espressamente previsto si applicano le disposizioni contenute nel codice civile e nelle leggi vigenti in materia nonché in eventuali regolamenti interni. Letto, approvato dai Soci IWA Italy tramite votazione telematica dal 9 al 13 febbraio 2015.

Verifica Associato

Usa il codice associato per verificare lo status

IWA

Associazione IWA Italy (International Web Association Italia)

Via Colombo, 1/e - 30126 Lido di Venezia (VE)

Tel: 041 8628684 | Fax: 041 8622131

email: amministrazione@iwa.it

PEC: iwa@pec.it

P. IVA: 03250160276

Informativa | Adempimenti L. 4/2013

Licenza Creative Commons