IWA Italy - International Web Association Italia

Il ruolo di IWA nella standardizzazione di profili e certificazioni professionali

IWA è l'associazione internazionale degli professionisti del Web, ovvero di coloro che operano - in qualsiasi forma lavorativa - in attività inerente l'utilizzo delle tecnologie Web. L'associazione, oltre ad essere stata attiva per anni nella standardizzazione del Web all'interno del W3C (World Wide Web Consortium) come unica associazione di categoria, è riconosciuta dal CEN (Comitato Europeo di Normazione) come entità di standardizzazione delle professionalità per il Web. Sempre all'interno del CEN, IWA da diversi anni fa parte del CEN ICT Skill Workshop, un gruppo europeo formato da rappresentanti nazionali e internazionali per l'industria ICT, organizzazioni che si occupano di formazione, parti sociali e altre istituzioni. ecf3 L'attività di IWA in materia di certificazione professionale è stata censita già dal 2006 dall'European Centre for the Development of Vocational Training (Cedefop). Il CEN, Comitato Europeo per la Normazione, che contribuisce con i suoi standard tecnici al raggiungimento degli obiettivi dell'Unione Europea, nel suo European ICT Skills Meta-Framework pubblicato nel febbraio 2006, ha indicato l'Associazione IWA all'epoca come unica realtà al mondo in grado di fornire certificazioni sui percorsi formativi relativi al settore del Web. All'interno dei documenti correlati al modello e-CF (dalla versione 2), i profili di IWA sono considerati esempio europeo di applicazione del modello e-CF, secondo lo schema definito dal CEN all'interno del CWA 16458 "European ICT Professional Profiles", normati in Italia da UNI con la norma UNI 11621-3 (norma di riferimento ai sensi della legge n. 4/2013 per catalogazione delle professionalità operanti nel Web. IWA supporta, assieme ad altre grandi realtà internazionali la Grand Coalition for Digital Jobs. pledge Su tale principio generale per il settore ICT è allineato anche il Governo Italiano che, nei report dedicati all'agenda digitale italiana (ADI), in relazione all'alfabetizzazione dichiara:

In materia di formazione qualificata è necessario innanzitutto un aggiornamento del “dizionario dei profili di competenza per le professioni ICT” redatto dal CNIPA e mantenuto da DigitPA, con recepimento del framework europeo CEN. Tale framework CEN dovrebbe quindi costituire riferimento per l'accreditamento di titoli di studio professionali anche attraverso il recepimento nei percorsi formativi di istituti tecnici e di aggiornamento professionale all'interno della PA.

IWA ha così demandato al suo riferimento italiano, l'Associazione IWA Italy, di definire gli Skills Profiles ed i relativi percorsi formativi.

Storia dei profili professionali per il Web

Formazione qualificata. Incentivare il recepimento dei modelli di catalogazione (syllabus) formativi secondo standard europei definiti dal CEN, al fine di consentire una catalogazione delle attività formative ICT per reciproco riconoscimento tra le realtà di formazione e certificazione sia in ambito nazionale che internazionale. In questo ambito si intende inoltre incentivare – da parte di istituti tecnici – la nascita di percorsi di qualificazione professionale specifici dell'ambito ICT (Agenda Digitale Italiana)

Nel dicembre del 2006 è stato lanciato il Gruppo Web Skills Profiles al quale hanno subito aderito professionisti e rappresentanti di aziende, associazioni e della Pubblica Amministrazione. Nel luglio del 2010 il Gruppo ha pubblicato il primo documento, la prima stable release nel quale definiva 17 profili professionali: Web Project Manager, Account, Market Research Analyst, User Experience Designer, Functional Analyst, Db Administrator, Search Engine Optimizator (SEO), Search Engine Marketer, Community Manager, Advertising Manager, Front-end Web Developer, Server Side Web Developer, Web Content Manager, Web Content Editor, Web Server Administrator, Creative Information Architect, Digital Strategic Planner. A seguito dell'emanazione del CWA 16458 - CEN Workshop Agreement "European ICT Professional Profiles", il 13 settembre 2012 il Gruppo Web Skills Profiles ha pubblicato il primo documento G3 Web Skills Profiles – Generation 3 European ICT Professional Profiles, che contiene anche il primo profilo dedicato alla figura del Community Manager. Il 4 dicembre 2012 è stato pubblicato il documento G3 Web Skills Profiles Generation 3 European ICT Professional Profiles – Pubblicazione dei primi profili conformi all'European e-Competence Framework 2.0 che contiene i primi 9 profili ICT Europei conformi all'European e-Competence Framework 2.0. 10314746_10202589867720153_1746975143480867847_nIl 14 febbraio 2013 è stata pubblicata la versione 1.0 del documento contenente 21 profili professionali operanti nel Web uniformati secondo le direttive CEN in materia di Generation 3 (G3) European ICT Profiles, nonché le modalità di utilizzo dei medesimi. Sempre nel 2013 IWA ha richiesto, ai sensi della legge 4/2013 l'avvio della normazione del Professionista Web a UNINFO. Il 28 maggio 2014 le attività degli skill profiles di IWA sono state premiate a ForumPA 2014 come innovazione italiana per la valorizzazione e crescita delle competenze digitali specialistiche e sono state inserite all'interno delle linee guida per la cultura digitale dell'Agenzia per l'Italia Digitale. Il 30 giugno 2014 è stata pubblicata la versione 2.0 del documento contenente 24 profili professionali, i primi profili di terza generazione in Europa conformi al framework e-CF 3.0 (successivamente nel 2016 normato da CEN come EN 16234-1), recepiti all'interno della norma UNI 11621-3:2016.

Per approfondire

Verifica Associato

Usa il codice associato per verificare lo status

IWA

Associazione IWA Italy (International Web Association Italia)

Via Colombo, 1/e - 30126 Lido di Venezia (VE)

Tel: 041 8628684 | Fax: 041 8622131

email: amministrazione@iwa.it

PEC: iwa@pec.it

P. IVA: 03250160276

Informativa | Adempimenti L. 4/2013

Licenza Creative Commons